Fake?

luglio 30, 2009

Sconcertatamente scrivo stranamente questo post con dubbi che inequivocabilmente (questa è la parolona del post) mi attenagliano la mente.

Filastrocche di pessima fattura a parte, nel cazzeggio notturno mediante facebook mi è capitato a tiro di dito questo link. Dopo aver ben esaminato l’immagine e concluso che forse è vero che la lunghezza del pisello nella vita non conta un cazzo (per rimanere in tema) mi è esploso un dubbio paragonabile a quello dell’esistenza di Babbo Natale, la Befana, Gesù Bambino, Gesù moltiplicatore di pesci, Gesù che fa alzare Lazzaro e poi lo fa camminare, Gesù in Croce, Gesù Risorto e della connessione tra seghe e cecità: FAKE?

La mia risposta: BOH!

Al caro web le risposte. Vi lascio con una certezza: fake o non fake, sicuramente viral!


Ero contromano in bici e…

luglio 4, 2009

Ieri scrivevo sul mio blog personale di quanto sia bello andare in bici, di quanto faccia bene sia a noi che all’ambiente e di quanta spensieratezza fosse associata al mezzo di trasporto più bello che ci sia.

Oggi scrivo qui sempre di biciclette. Perchè? Perchè ieri il nuovo pacchetto sicurezza – del quale non voglio discutere altri punti come le ronde e gli extracomunitari, anche se si dovrebbe – è stato inserito un emendamento che mette alla pari bici e automobili. Non lasciatevi confondere da quest’ultima affermazione: il nuovo decreto enuncia che anche in bici, ora, sarà possibile perdere punti della propria patente, ovviamente solo per chi ne ha una. Infrazioni commesse sul velocipede ecosostenibile verranno punite a norma di legge mediante multa e sottrazione dei punti della patente di guida! Questo è osceno!

Questo è il link della notizia data da skynews24 con tanto di video, che non riesco ad inserire in questo post.

Domani il mio timore sarà che, in un periodo giocondo per la bici, vista la diffusione che sta avendo da qualche anno a questa parte – ed era ora – specie al sud – in cui spesso la macchina viene utilizzata anche per spostrarsi di appena 100 metri – questo emendamento un po strano possa indurre le persone a utilizzare meno la bici. Non si possono paragonare 2 ruote, un manubrio, 2 pedali ed un sellino – che viaggia a 30 km\h se sei un velocista – con 4 ruote, un motore e 150 cavalli – che viaggia a 50 km\h se si va piano in città. Sono due mondi completamente diversi…sono shockato!!! spero anche voi…


In Obama we trust

marzo 17, 2009

La domanda che tutti si sono fatti quando il nuovo sogno americano ha avuto inizio è stata: Obama manterö le promesse?

Chi pensa che Obama sia un’ illusione, è una persona che non ha la minima capacità di sognare.

Il neo presidente americano sta mantenendo le promesse e lo dimostrano i sondaggi che urlano un’indice di approvazione pari al 68%, Reagan e Kennedy sono altra storia…

E’ incredibile come un risultato del genere coincida con un periodo drammatico per gli U.S.A, ma la crisi economica e il tasso di disoccupazione ( superiore al15%) ereditato dal governo Bush non hanno influenzato negativamente l’opinione pubblica.

Non dovrebbe essere una notizia ma le promesse elettorali sono state mantenute , cosa a cui non siamo mai stati abituati!

Barack Obama ha preso i poteri il 20 gennaio, il sito politifact.com sta monitorando da allora le promesse fatte durante la campagna elettorale, e di giorno in giorno il database viene aggiornato in base ai progressi.

Fino a oggi il risultato è sorprendente: su 510 promesse, 16 sono giö state mantenute; ad altre 38 si stanno dedicando attualmente; 7 sono scese a compromessi; 2 in fase di stallo.

La voce che corrisponde alle manovre ancora in corsa rappresenta tutte quelle manovre complesse che non possono essere attuate in una notte come la chiusura del lager di Guantanamo, ma che certamente verranno attuate.

120.000.000.000 $ per lo sviluppo e la manutenzione di ponti, strade e ferrovie, altri 10 miliardi per la rete elettrica; il 22 gennaio firma l’ ordine esecutivo che vieta l’uso della tortura e degli interrogatori violenti anche per crimine terroristico; ha liquidato l’arretrato ereditato da Bush di indenizzi vari e pensioni di guerra; stanziati 100 miliardi di dollari per l’educazione (asili scuola college), rivedendo gli organici per evitare che i docenti meno qualificati si ammucchiassero nelle cittö periferiche più povere; ha rimosso il segreto di stato da tutti i documenti;10 miliardi all’ anno per 5 anni allo scopo do digitalizzare le cartelle cliniche e le informazioni sanitarie di ogni paziente;10 miliardi di dollari per la ricerca scientifica inclusi nel pacchetto antirecessione e 2 miliardi destinati alla ricerca di base;

Ricordiamo come il mitico George W. Bush fino all’11 settembre 2001 non firma mezza riga (dopo quasi un anno dall’insediamento), costruendo una guerra dopo l’altra negli anni successivi!

Speriamo solo che la popolarità che ha ora, aiuti il neopresidente ad avere la forza di prendere decisioni ancora più coraggiose e importanti per il futuro di tutti.

Si tu puoi! anche se ti sono subito venuti i capelli bianchi…